The Wild Show: incontra Jennifer e le candele Hyggekrok

Ti presentiamo The Wild Show, la rubrica dove puoi scoprire chi ha creduto in se stesso e ascoltato il proprio wild self, il lato selvaggio dentro di noi.

Ognuna delle storie dentro The Wild Show è unica e speciale ma tutte hanno in comune una cosa: lo spirito di iniziativa e la voglia di fare del bene per gli altri e per il pianeta. Noi di Rising Wild siamo orgogliosissime di supportare queste splendide persone, i loro progetti e business.

Crediamo che da soli non si vada da nessuna parte perchè SOLO unendo le forze possiamo davvero fare la differenza. Per cui questa rubrica nasce per questo: lasciarci ispirare e supportare dei progetti bellissimi con tutto il cuore.

#staywildmoonchild

welcome to the wild show

The Wild Show: Jennifer delle candele Hyggekrok

The Wild Show: Jennifer e le candele Hyggekrok

Nell’episodio di oggi del #wildshow abbiamo Jennifer, un’artigiana che crea candele 100% handmade con profumazioni che scatenano emozioni pure. 🕯

Jennifer vive in Sardegna, terra selvaggia per antonomasia e si definisce così:

  • Sono un’accanita gattara ma amo tutti gli animali
  • Ascolto tantissima musica: da Niccolò Fabi a Calcutta, dai Radiohead ai Sigur Rós
  • Amo il cinema e uno tra i miei film preferiti è Her
  • Sono ottimista per natura: non può piovere per sempre!
  • Sono perfezionista e molto ordinata…ma ritardataria cronica
  • Amo le piante ma c’è ancora da capire se loro amano me

“Le candele Hyggekrog sono versate a mano una ad una, senza automatismi, senza macchinari tecnologici, ma con amore e pazienza. Si tratta di un prodotto artigianale, frutto di studio e preparazione per poterti offrire un prodotto di qualità pensato nel minimo dettaglio. Gli imballaggi sono ecologici, riciclabili: carta, cartone e chips biodegradabili a base di mais.

Hyggekrog è unico: ho scelto un design dal richiamo scandinavo, differente da tutti i prodotti che puoi trovare in commercio. Ogni pezzo è curato a mano e le piccole imperfezioni che potrai trovare ne testimoniano la fattura artigianale. “

Scopri le Candele Hyggekrok

Instagram

@candele_hyggekrok

Sito Web

Hyggekrok

8 domande wild per Jennifer e il suo brand di candele Hyggekrok

1. Come è nata l’idea del tuo progetto e cosa facevi prima di avviarlo?

L’idea da cui e’ nato il mio piccolo brand Hyggekrog risale al dicembre del 2017. Era un periodo di grosso stress lavorativo e probabilmente, senza saperlo, ero molto vicina a quello che poi ho scoperto essere un burn-out bello pesante. [n.d.r. In questo articolo trovi alcune pratiche di self-care che potrebbero aiutarvi se vi trovate in una situazione simile]

Facevo l’estetista al tempo e dal 2013, anno in cui ho iniziato in quel settore, non mi ero praticamente mai fermata: lavoravo in modo autonomo con la mia partita iva per un minimo di 10/11 ore al giorno e il periodo di Natale era uno dei più intensi. Durante quei giorni di fuoco mi sono imbattuta in un articolo di una rivista online che parlava di Hygge, non ne avevo mai sentito parlare prima.

Leggendo, passo dopo passo, mi sono resa conto che avevo davanti agli occhi quella che avrei voluto fosse la mia vita ideale. E da li, anche se poi ci ho messo più di due anni, e’ iniziato il mio percorso di cambiamento verso uno stile di vita che mi permettesse di rispettasse me stessa e i miei tempi e che mi facesse uscire dal loop della iper produttività a tutti i costi.

2. Perchè il nome candele “Hyggekrog”  e cosa rappresenta per te?

Hyggekrog è una parola danese che potremmo tradurre con un angolo speciale della nostra casa in cui rilassarci e passare il tempo in un’atmosfera accogliente. Deriva etimologicamente dalla parola Hygge e indica quella parte di casa in cui ci si dedica ad attività ad essa collegate.

Per me rappresenta il riprendermi in mano la mia vita, scandire i miei ritmi e rispettare il mio corpo e la mia mente. Prima di conoscere questi concetti la mia testa era orientata al sacrificio e al lavoro a testa bassa sempre e comunque, a discapito a volte anche della salute. Ho imparato che se non ci si vuole bene e non ci si ascolta alla fine non si arriva da nessuna parte.

📍 Ricordati di salvare questa immagine su Pinterest per rileggerti con calma l’articolo più tardi! 📍

3. Che cosa ti aiutata ad inseguire i tuoi sogni nel cassetto?

Sono stati una serie di avvenimenti che si sono susseguiti in maniera abbastanza inaspettata: dal 2017 al 2020 avevo portato avanti Hyggekrog solo nei miei quaderni di appunti e nei miei esperimenti domestici, in cui mi esercitavo a diventare una candle maker ma senza che nessuno lo sapesse.

Complice la pandemia e un grave problema di salute (grazie caro stress per questo regalo!)  che si e’ manifestato proprio nel momento in cui, a Marzo 2020, sono stata costretta a fermarmi dal lavoro, ho pensato che se non lo avessi fatto in quel momento non avrei più trovato il coraggio. Ho preso la ferma decisione di mollare il mio vecchio lavoro e buttarmi al 100% in questo progetto affinché funzionasse, e non si limitasse ad essere solo un hobby.

4. Cosa ami di più di questo lavoro?

La liberta’. Lo scegliere come e con chi lavorare, scegliere a quali progetti dedicarmi senza obblighi e senza fretta.

A inizio anno preparo il mio business plan con una scaletta di tutti quelli che saranno i progetti più importanti da portare avanti nei mesi successivi e ci lavoro con accuratezza e tanto impegno. Mi gestisco i giorni liberi, i momenti in cui ho bisogno di staccare, senza lo stress di dover rendere conto a qualcuno. E il sapere che ogni mattina mi sveglio consapevole di aver fatto un passo in più verso la creazione del mondo che vorrei.

5. Quali sono la mission e i valori chiave del progetto?

Credo che ciascuno di noi dovrebbe ricercare il proprio benessere ritagliandosi un piccolo spazio confortevole in casa, dove allontanare lo stress e godere delle piccole cose quotidiane, dedicandosi a nutrire la propria anima attraverso il contatto con la natura, le relazioni con le persone a cui si vuole bene e il riposo che rigenera la mente. Tutto cio’ e’ racchiuso nel manifesto emozionale del brand (vedi immagine qui sotto) che e’ il sunto di tutto ciò a cui Hyggekrog crede e aspira ogni giorno. Mi impegno tutti i giorni per seguire queste linee guida (ma chiamiamole pure emozioni) in primis come persona e poi nel mio progetto.

È il Manifesto di tutti noi, che crediamo nella meraviglia che le piccole cose possono donarci giorno dopo giorno.  

6. Cosa vedi nel futuro vicino e lontano di Hyggekrog?

Nel futuro vicino vedo nuovi prodotti, Hyggekrog si allargherà e il concetto di casa come posto che ci coccola, da cui deriva il nome, diventerà più importante e rappresentativo. Nel futuro lontano, se mi azzardo a sognare in grande, vedo dei monomarca nelle principali capitali europee! Sognare e’ gratis no?  😜

7. Come superi i momenti di difficoltà lavorando da sola ?

Lavoro da sola ma devo sempre confrontarmi con le persone che stimo di più: il mio fidanzato e mia sorella sono grandi consiglieri, ma ho un gruppo di amiche (conosciute in dei corsi sul business che abbiamo frequentato assieme) con cui periodicamente faccio brainstorming e a cui mi rivolgo quando non riesco a sbrogliare da sola la matassa. Ho scoperto l’importanza della sorellanza e del fare gruppo, ed e’ una cosa stupenda.

8. Ci consigli un libro che ti ha segnato in modo particolare?

Uno tra i tanti Siddharta di Hermann Hesse 🙂 

Grazie mille Jenn per esserti aperta con noi. Assolutamente sì al sognare in grande! Come te, anche noi ci siamo rese conto di quanto avere un gruppo per fare brainstorming sia fondamentale.

Il #cheersbuddy è sempre attivo nel gruppo privato Wilders Tribe, e cari lettori vi invito a scoprire che cosè e a prenderne parte.

Per quanto riguarda le candele noi le abbiamo già annusate e ciaone, poco da dire, sono una meraviglia e lasciano un aroma pazzesco. Se ancora sei indeciso fatti un bel giretto sullo shop di Jennifer e vedrai che non te ne pentirai. Scopri le Candele HyggeKrok proprio qui!

stay wild moonchild e ci vediamo con un nuovo episodio del #wildshow molto molto presto 

Cate, Mai & the Wilders Team  

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.